Sanctis.org: la carità cristiana ai tempi di Internet

Perché? E’ indiscutibile che aiutare chi ha bisogno sia uno dei pilastri della cristianità. Gli esempi potrebbero essere innumerevoli, dalla preziosa parabola del Buon Samaritano alle parole di Papa Francesco: senza la solidarietà la nostra fede è morta.

E’ da qui che nasce Sanctis.org. Che cos’è? Sanctis è una piattaforma di raccolte fondi (o crowdfunding o fundraising, per usare termini molto in voga al momento) che permette a singoli o ad associazioni e diocesi di creare raccolte fondi per i propri bisogni in caso di necessità o per progetti di utilità sociale. La piattaforma è totalmente gratuita, senza alcuna commissione, senza alcun costo nascosto. In termini molto semplici, se si utilizza una forma di versamento tipo bonifico ogni centesimo che viene donato va interamente al beneficiario. Questo di per sé rende Sanctis una realtà unica. Pur essendoci infatti altre piattaforme ideate per sostenere raccolte fondi, tutte queste sia italiane che estere hanno delle trattenute, delle commissioni, più o meno palesi.

E il nome Sanctis.org? Qui sta il secondo elemento di particolarità dell’iniziativa. Il sito è incentrato sulla figura dei Santi della Chiesa Cattolica ed è proprio alla comunità cattolica che è rivolto. Sanctis.org è fondato su 4 robusti pilastri: donare, ricevere, servire e pregare.

Donare”, è nel sentire comune che viviamo in un momento di grande contraddizione dove con una iperconnettività di superficie tra le persone, resa possibile dal web, dai social network (curioso come siano tutte parole che rimando al legame e all’essere vicini) convive un individualismo molto spinto. In questo presente sembra essersi, forse non perso, ma certamente molto diluito il senso cristiano del reciproco aiuto, dell’amatevi gli uni con gli altri come io vi ho amati. Molte persone sono oggi divenute diffidenti nei confronti delle iniziative di solidarietà e beneficenza, e questo anche a ragion veduta, in una realtà dove scandali più o meno noti hanno coinvolto le iniziative più disparate nel campo del sociale, dagli SMS solidali ad Onlus dai bilanci poco trasparenti.

Ricevere”, naturalmente le cause e le raccolte fondi devono essere create. Il procedimento è molto semplice e nel sito si è guidati nella procedura di registrazione del proprio account e di pubblicazione online delle proprie necessità o del progetto che si vuole sostenere.

Servire” è probabilmente l’elemento più peculiare e unico di Sanctis.org, ma anche la caratteristica che può valorizzare maggiormente il coinvolgimento diretto di chi volesse impegnarsi in misura più attiva nel progetto. Attraverso Sanctis è possibile far riferimento alla figura di un Santo, del quale magari si condividono maggiormente gli insegnamenti, se ne conosce più a fondo la vita, al quale si è per qualunque ragione legati o dal quale si è ispirati. Muovendo dal concetto di dulia, ovvero il termine teologico cristiano con il quale si indica l’onore reso ad un Santo, e che deriva dal greco douleia, ovvero “essere servitore di” su Sanctis.org si può scegliere di servire un Santo in particolare e quindi gestire una piccola parte dei fondi donati in nome di quel Santo. In questo modo chi raccoglie questo onere e onore può attivamente orientare il sostegno che Sanctis può dare alla comunità, sostenendo progetti o iniziative specifiche, oltre che promuovere la figura e gli insegnamenti di un Santo. Speriamo che questa combinazione tra fede, innovative modalità online, diventi anche un'attrattiva per i giovani.

Pregare” apparentemente non ha bisogno di spiegazioni. Sanctis.org offre una guida nella preghiera e la possibilità di accendere una candela virtuale, o di rivolgere la propria preghiera ad una persona cara. Tutto questo mantenendo il legame con la figura dei santi e con le cause che il sito promuove.

A chi si rivolge Sanctis.org? In senso generale a tutta la comunità cattolica. Nel particolare però riteniamo che un interlocutore indispensabile debbano essere le diocesi sul territorio. Sono queste infatti l’elemento granulare storico e di garanzia dell’intermediazione con i fedeli e con chi chiede aiuto. Le diocesi possono aiutare a selezionare e creare le raccolte Fondi migliori, promuoverle, accorciare le distanze tra chi ha bisogno e il sito, o utilizzarlo come strumento per raccogliere fondi necessari alla diocesi stessa, ove questa non sia già altrimenti organizzata con sistemi di donazione online. Allo stesso tempo il sito si rivolge ai singoli, a chiunque ne intuisca il grande potenziale aggregativo e ne condivida i principi elencati sopra.

Chi ha ideato e cura Sanctis.org? Il progetto è stato ideato da Marco Nannini, amministratore pro-bono e finanziatore a fondo perduto dello sviluppo della piattaforma: il suo curriculum include una importante esperienza internazionale in ambito finanziario, laureatosi a pieni voti in una delle migliori università del Regno Unito in Economia e Finanza ha lavorato come manager a Londra prima per Banca Nazionale del Lavoro e poi per Unicredit. Nel 2011 la drastica scelta di lasciare per sempre il mondo dell'investment banking di cui non condivideva affatto né i principi né l'etica, nonostante la brillante carriera fino a quel momento. Dopo un periodo di riflessione e progetti personali, nonchè di tempo dedicato alla famiglia, Nannini, diventato nel frattempo padre, decide di affiancare alle proprie attività lavorative il progetto Sanctis con il contributo di un team internazionale di collaboratori, tutti volontari pro-bono, che non percepiscono alcun compenso o rimborso e fra cui:

Peter Kropotkin, di orgini russe, dopo un'esperienza pluriennale come business strategy consultant presso la PwC, colosso della revisione contabile e presso la SEI Consulting in ambito due diligence, M&A, ristrutturazione business plan con istituti di credito e certificazione dei piani aziendali di ristrutturazione del debito secondo gli art. 67, 182-bis, fonda e diventa CTO della società di consulenza Prime Consulting.

Volontari, Sanctis si avvale del contributo di numerosi ulteriori volontari specie in ambito di content management, curation, distribution e promozione su social media senza il cui lavoro la diffusione del progetto non sarebbe possibile.

CONTATTI

Marco Nannini

Tel: +39 3204093306
Web: Sanctis.org
Email: info@sanctis.org