Evviva San Lazar, Evviva i turtell!

TORTELLI DI SAN LAZZARO

La storiaLa festa di San Lazzaro si celebra ogni anno la 5a domenica di Quaresima. In origine era un dolce poverissimo che con il tempo si è arricchito di nuovi ingredienti. In passato i tortelli erano fatti con sfoglia di farina, acqua e sale ed un ripieno di castagne lessate, infine cotti nel forno.

La forma allungata e arrotolata di questi dolcetti nasce per ricordare San Lazzaro nelle bende della sepoltura.

GLI INGREDIENTI

Per il ripieno

300 gr. di castagne secche
50 gr. di cacao
100 gr. di cioccolato in polvere
50 gr. di cioccolato fondente
100 gr. di candito (cedro e arancio)
100 gr. di uva sultanina
50 gr. di pinoli
200 gr. di marmellata
essenza di rum/curacao o cherry a piacere.

Per la sfoglia

1Kg. di farina
300 g. di zucchero
200 g di burro o margarina
1 cucchiaio di strutto
1 uovo intero e 3 tuorli
lievito per 1 kg. di farina
latte q.b.

LA PREPARAZIONE

Lessare le castagne e aggiungere la buccia di due arance, la buccia di un limone, un cucchiaio di caffè macinato, un pizzico di sale e 4 cucchiai di zucchero.

Alla bollitura lasciar cuocere con il coperchio a fuoco moderato per alcune ore.

Quando le castagne si saranno ammorbidite e l'acqua sarà quasi completamente assorbita passare al setaccio.

Aggiungere gli ingredienti per il ripieno dopo aver tagliato a pezzettini il fondente ed il candito. Amalgamare fino ad ottenere un ripieno ben sodo.

Preparare l'impasto per la sfoglia e lasciar riposare per 30 minuti.

Stendere l'impasto col matterello in modo da ottenere una sfoglia più grossa di una moneta e tagliare dei dischi di media grandezza.

Su ciascun disco mettere un poco di ripieno e avvolgere.

A questo punto cuocere in forno ben caldo per circa 25 minuti. Se si desidera servire dopo averli bagnati in un liquore a piacere.