Dalle mani delle monache: la dolcezza del salato

PIZZA RUSTICA DI SANTA CHIARA

La storia
La pizza rustica di Santa Chiara è una morbida torta di patate lievitata, tipica della tradizione napoletana. E’ legata al monastero di Santa Chiara a Napoli: dove le monache la preparavano durante il periodo pasquale. A un impasto soffice si aggiungono le patate lesse, arricchendo poi con salumi e formaggi.

Per la varietà degli ingredienti si presta anche ad un pizzico di inventiva e anche a far si che non rimanga nulla di “dimenticato” nel frigorifero.

GLI INGREDIENTI  (per 4 persone)

Farina 250 g
Patate 150 g
Uova 2
Prosciutto cotto 50 g
Salame 50 g
Mortadella 50 g
Provola 150 g
Strutto 50 g
Acqua 50 ml
Zucchero 1 cucchiaino
Lievito di birra 12 g

LA PREPARAZIONE

Mescolare 80 g di farina e il lievito sciolto nell’acqua con lo zucchero. Impastare velocemente e lasciar lievitare per 45 minuti. Mettere le patate in un contenitore con abbondante acqua, lessare per circa 30 minuti. Sbucciare e passare nello schiacciapatate. Tagliare a cubetti i formaggi e salumi. Versare su una spianatoia la farina rimasta e aggiungere uova e strutto. Aggiungere anche le patate e il lievitino ottenuto inizialmente. Impastare per qualche minuto fino ad ottenere un panetto omogeneo. Incorporate i salumi e i formaggi, impastando delicatamente.

Mettere il panetto in un cerchio da pasticceria su una teglia con carta da forno. Livellare con le mani. Lasciate lievitare ancora per un’ora ed infiine infornare a 180°C per circa 50 minuti.

Da servire dopo aver lasciato intiepidire.